Acne: non per forza bisogna conviverci

Che si abbiano 15 o 30 anni, avere delle imperfezioni può creare disagio e abbassare l’autostima. L'acne è una patologia molto comune: colpisce più dell'80% degli adolescenti e il 40% delle donne adulte. La buona notizia è che si può fare qualcosa al riguardo.

Sophie G, la nostra ricercatrice principale, per saperne di più, ha parlato con un dermatologo specializzato in acne e con alcuni pazienti che ne hanno sofferto.

SG : Dottore, ci spieghi cos'è l'acne. Come la definirebbe?

Dr. B : L'acne è una condizione infiammatoria del follicolo pilosebaceo, che può essere causata da una serie di fattori:
• ispessimento dello strato corneo all'ingresso della ghiandola sebacea (ipercheratinizzazione)
• sovraproduzione di sebo
• colonizzazione della pelle da parte di un batterio chiamato Cutibacterium-acnes (C-acnes)
• squilibrio del microbiota cutaneo che contribuisce all'infiammazione della pelle
• predisposizione genetica, specialmente se la madre ha sofferto di acne
• influenza ormonale, poiché l'acne colpisce adolescenti e donne la cui pelle è sensibile a piccole dosi di androgeni
• fattori ambientali (“l'esposoma”): inquinamento, tabacco, stress, dieta.

SG : Qual è la differenza tra l’acne negli adolescenti e l’acne nelle donne adulte?

Dr. B : Parliamo di diversi tipi di acne. L'acne che vediamo negli adolescenti è caratterizzata dalla presenza di una pelle oleosa e da macchie su fronte, lati del naso, mento e talvolta, nei casi più gravi, su petto e schiena. Questa acne viene misurata su una scala da moderata a grave.

L'acne nelle donne adulte si manifesta sotto forma di imperfezioni sula parte inferiore del viso che sono principalmente infiammatorie, sottocutanee e dolorose, con pori dilatati e picchi nella fase premestruale.

SG : Quali trattamenti vengono prescritti?

Dr. B : Dipende dalla gravità dell'acne, dal tipo di lesione: ritenzionale (punti neri, punti bianchi) o infiammatoria (noduli, papule), e dal rischio di cicatrici. Come primo passo, vengono prescritti i retinoidi topici (acne ritenzionale) o il perossido di benzoile (acne infiammatoria).

 

Per l'acne moderata, si consigliano trattamenti che combinino due molecole che lavorino in sinergia, a questo si può associare un farmaco orale (antibiotico o gluconato di zinco). Per l'acne grave, solo l'Isotretinoina, utilizzata sotto supervisione medica, ha un effetto reale. Inoltre, l'individuo dovrebbe vedere il proprio dermatologo per un trattamento di pulizia del viso e peeling ogni tre o quattro mesi.

SG : Perché l'acne è ricorrente?

Dr. B : Per le donne, potremmo descriverlo come un fenomeno terribilmente ricorrente! L'acne è una patologia cronica. Per eliminarla, è necessario assicurarsi di seguire il trattamento in maniera costante. Per evitare la recidiva, viene prescritto un trattamento di mantenimento, che consiste nell'applicare un retinoide topico due o tre volte a settimana, seguire una routine di skincare specifica e applicare un make-up adatto.

 

Anne-Sophie, 24 anni

« Non ho avuto l'acne da adolescente. Poi due anni fa ho interrotto la pillola e, in seguito, mi è stata diagnosticata la sindrome dell'ovaio policistico. Ho sviluppato un'acne grave, che è uno dei sintomi. Mi sono rimasti segni e cicatrici. Ho provato prodotti di tutti i marchi, compresi quelli costosi. Poi un giorno, un consulente in un negozio mi ha mostrato una nuova gamma di prodotti per la cura della pelle che era appena stata lanciata. Ho comprato il siero e la crema idratante, che non erano nemmeno così costosi. In meno di due settimane la mia pelle è davvero cambiata. Avevo meno imperfezioni e le cicatrici erano meno visibili. Mi sono fermata quest'estate.»

 

SG : Quali altre soluzioni ci sono oltre ai farmaci?

Dr. B : 
• Una buona cura della pelle, naturalmente!
Creme non comedogene e detergenti delicati sono essenziali per integrare la terapia farmacologica. In effetti, i cosmetici sono la prima scelta per l'acne moderata e le donne in gravidanza. È importante continuare a usarli durante il periodo di mantenimento. I principi attivi giusti: Zinco, acidi della frutta o Acido Salicilico, attivi antinfiammatori (Niacinamide, Gluconolattone), ecc.

• Una dieta sana
è necessario evitare o limitare il cibo spazzatura. Inoltre, gli alimenti con un alto indice glicemico (grassi, zucchero, cereali raffinati) non solo fanno ingrassare, ma incrementano l'acne, così come il consumo eccessivo di latticini (limitarli a tre volte al giorno). D'altra parte, è consigliato mangiare pesce e noci, che sono ricchi di Omega 3.

• Integratori alimentari e probiotici
alcuni studi dimostrano che isoflavoni di soia, polifenoli di tè verde e probiotici (lactobacillus rhamnosus SP1) potrebbero migliorare l'acne.

• I trattamenti cutanei
LED (blu e rosso) e laser a colorante pulsato (PDL) possono aiutare a migliorare l'aspetto infiammatorio dell'acne, che è presente negli adolescenti, ma caratterizza anche le lesioni delle donne adulte. Kleresca, un trattamento che utilizza energia luminosa fluorescente, agisce anche sull'infiammazione e può ridurre l'acne di due gradi in un periodo da sei mesi a un anno.

SG : Parliamo delle buone giuste abitudini: vale sempre la pena ripeterlo!

Dr. B : 
• non toccare le imperfezioni o i punti neri, poiché questo è un modo garantito per incoraggiare l’insorgenza di segni e cicatrici
• non esfoliare la pelle con lozioni o peeling aggressivi, poiché questo stimolerebbe solo una maggiore produzione di sebo
• eviterà fondotinta molto pesanti che possono essere comedogeni e incoraggiare la comparsa di nuove imperfezioni. Inoltre, non garantiscono realmente un bell'effetto di camuflage. Sarebbe meglio usare una crema idratante colorata formulata per la pelle oleosa con imperfezioni.

SG : E il futuro?

Dr. B : Stanno emergendo nuovi trattamenti:
• Trifarotene, un nuovo retinoide con meno effetti collaterali e meglio tollerato
• Anti-androgeni topici
• Un inibitore dell'Acetil-CoA Carbossilasi che riduce la produzione di sebo
• Un gel di ossido nitrico che potrebbe inibire C.acnes
• Sareciclina un nuovo antibiotico più selettivo e antinfiammatorio
• Un vaccino, ma chi vacciniamo e quando?

Iscriviti alla newsletter
Ricevi notizie e suggerimenti da SVR Lab per sentirti bene nella tua pelle.
Legale
Il tuo indirizzo e-mail verrà elaborato da Laboratoire SVR per inviarti la nostra newsletter e le nostre offerte commerciali. Hai un diritto di accesso, rettifica, cancellazione, opposizione, limitazione del trattamento dei tuoi dati personali, un diritto alla portabilità di questi e il diritto di definire direttive relative a il destino dei tuoi dati dopo la tua morte. Per ulteriori informazioni, consultare la nostra Informativa carta sulla privacy.
Spedizione gratuita
Spedizione gratuita
da 50 € di acquisto
3 campioni offerti
3 campioni offerti
Per un acquisto di qualsiasi importo
Servizio Consumatori
Servizio Consumatori
hello@labo-svr.com
Consegna prevista
Consegna prevista
in 5-6 giorni lavorativi